• Foto Hotel Imperial Tramontano Coronavirus a Sorrento

Booking

   
Cerca
  • Home
  • Sorrento contro la psicosi da coronavirus

Sorrento contro la psicosi da coronavirus

Sorrento. Turismo, Comune in campo contro la psicosi da coronavirus 

Il sindaco Cuomo: “Siti e servizi pubblici regolarmente aperti. Città in piena attività: Sorrento non si ferma”  

“A Sorrento tutti i servizi pubblici e privati funzionano regolarmente, le attrazioni e i siti turistici sono e resteranno aperti, così come le strutture ricettive, i ristoranti, i bar, i negozi. Insomma, anche “Sorrento non si ferma”, e anzi attende il riavvio della stagione per accogliere nel migliore dei modi gli ospiti che sceglieranno la nostra destinazione, a partire dall’imminente appuntamento della Pasqua e dei Riti della Settimana Santa”.

Il sindaco di Sorrento, Giuseppe Cuomo, risponde così alle sollecitazioni degli operatori turistici, preoccupati che la campagna di disinformazione, di fake news e di inutili allarmismi, che sta investendo l’Italia, possa avere ulteriori e più gravi ripercussioni sull’economia locale.

“Per fortuna, i nostri territori non sono stati in alcun modo sfiorati da casi di contagio - aggiunge Cuomo - Una situazione che nemmeno a livello nazionale registra numeri da emergenza, a dispetto di una schizofrenica attività mediatica. Il tutto sta avendo l’effetto di scoraggiare il turismo, male informato su quanto accade realmente nel nostro Paese”. 

Una situazione paradossale, prosegue il primo cittadino, che sta producendo in queste ore bufale come quelle che vorrebbero siti, musei, monumenti e aree archeologiche di Napoli e provincia, chiuse al pubblico. 

“A breve ci attiveremo anche con una campagna di comunicazione, coinvolgendo sull’argomento anche la Regione Campania -  avverte Cuomo - E’ importante far sapere ai visitatori che non c’è alcun pericolo a recarsi nelle nostre aree, che  tutte le attività di interesse turistico sono regolarmente fruibili e che siamo preparati, con le autorità sanitarie, a trattare anche ogni eventuale caso sospetto si dovesse verificare. Senza contare che, solo in forma precauzionale, si sta procedendo in queste ore, in strutture private e pubbliche, ad operazioni di igienizzazione più accurate di quanto già normalmente non avvenga”.

L’appello, conclude il sindaco di Sorrento, “è che tutte istituzioni, categorie produttive, scuola e cittadini, collaborino per garantire quella serenità necessaria per superare questo momento di difficoltà, che vede vittima soprattutto il settore economico e sociale della nostra realtà”. 

Continuando a navigare in questo sito, si accetta l'uso dei cookie, il cui scopo è fornire statistiche, misurazioni del traffico e comportamento di navigazione dei visitatori, definire servizi personalizzati e offerte mirate per gli interessi dell’utente e condividere dati o reindirizzare utenti su siti Web di terzi, inclusi i social network. Maggiori informazioni nella nostra cookie policy.