L'Imperial Hotel Tramontano, con il suo affaccio sul tratto di costa più bello del golfo di Napoli, ha alimentato la cultura romantica del pittoresco, del sublime e del paesaggio dei viaggiatori dell'Ottocento che hanno visitato Sorrento. Assieme allo stile classico, sobrio ed elegante: l'ala più antica risale al XVI secolo, il disegno della sua architettura rappresenta la più diffusa e famosa immagine di Sorrento.
Sullo sfondo l'imponente sagoma del Vesuvio si staglia contro il cielo infuocato da romantici tramonti. Il tutto è volto a garantire, in un contesto davvero unico e incomparabile, un indimenticabile soggiorno a Sorrento.

Attraverso la sua lunga storia, inizialmente come casa privata e dal 1812 come albergo, l'Imperial Hôtel Tramontano ha avuto il grande privilegio di ospitare le più grosse personalità del mondo letterario.

È ormai leggenda che questo albergo fu visitato da Milton, durante i suoi lunghi viaggi. Al Tramontano soggiornarono inoltre Goethe, Byron, Scott, Shelley, Lamartine, Musset, Keats, Leopardi e Longfellow. James Fenimore Cooper visse qui per tutto il tempo in cui mise in opera "Water Witch" e Harriet Beecher Stowe vi trovò l'ispirazione per "Agnese di Sorrento". Durante il suo lungo soggiorno, durato sei mesi, Ibsen scrisse il suo immortale "Spettri".

La famosissima canzone "Torna a Surriento" fu composta da G. B. De Curtis sulla terrazza del Tramontano.

Questa casa fu anche patrocinata dalla Regina Guglielmina d'Olanda, dalla Imperatrice Maria Alessandra di Russia e da Eduardo VII prima come Principe di Galles nel 1862 ed in seguito come re d'Inghilterra.
L'ala sinistra di questa antica casa patrizia ha dato i natali, l'11 Marzo 1544, al celeberrimo poeta italiano Torquato Tasso, autore di: "La Gerusalemme Liberata" e "Aminta".

 
| + - | RTL - LTR

Via Vittorio Veneto, 1 - 80067 - Sorrento [Na] - Italy Tel +39 081 878 25 88 - Fax +39 081 807 23 44 - P.Iva 00275060630 E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.